Duabibe per menopausa

duavive: il farmaco per gestire i sintomi della menopausa Adesso arriva nelle farmacie italiane Duavive, il primo di una classe di farmaci, la Tsec, Tissue Selective Estrogen Complex o Complesso estrogenico tessuto-selettivo, in grado di contrastare in modo davvero efficace i sintomi menopausali senza il ricorso ai progestinici. L’entrata in menopausa è accompagnata da alcuni sintomi ben precisi, che possono delineare la cosiddetta sindrome climaterica; ad esempio: riduzione e scomparsa del ciclo mestruale, vampate di calore e sudorazioni notturne, irritabilità, disturbi del sonno, distribuzione del grasso in conformazione androide e deposito viscerale ecc. Per assumerle vengono consigliati alimenti come melograno, il kiwi, le carote, l’arancia e il melone nella dieta in menopausa. Diminuire il consumo di caffè e alcolici è altrettanto importante. Addio anche alle sigarette!

Il calcio migliora lo stato di salute in menopausa, assunto tramite latticini ma anche cavoli, broccoli, edamame e rucola. E’ facile intuire che i migliori integratori per la menopausa utilizzano formulazioni caratterizzate dalla combinazione di Trifoglio rosso (fito-estrogeno) con la Dioscorea (fito-progestinico), in modo da completare eequilibrio ormonale e per agire sinergicamente sulla maggior parte dei sintomi tipici della Menopausa come vampate di calore, sudori improvvisi, instabilità d’umore, irritabilità, ansia, insonnia, Poiché le donne in menopausa devono affrontare livelli fluttuanti di estrogeni e progesterone, probabilmente sperimenteranno sintomi quali vampate di calore, insonnia, depressione, dolore al seno e sbalzi d’umore che possono essere in parte ridotti da integratori per la menopausa, vitamine specifiche, dieta corretta e uno sano stile di vita.

Autore: Flavia Rodriguez Le vampate di calore e le sudorazioni notturne sono tra i più diffusi disturbidella premenopausa. Nella perimenopausa possono comparire disturbi del sonno. Gli sbalzi d’umore sono tipici della perimenopausa. Il gonfiore e la tendenza a mettere su peso. In premenopausa può insorgere anche qualche fastidio intimo. Se stai lottando con la resistenza all’insulina post-menopausa e l’aumento di peso ecco alcune raccomandazioni aggiuntive per dimagrire in menopausa. Controlla i tuoi livelli di cortisolo: lo stress durante la menopausa può causare la trasformazione degli ormoni sessuali steroidi, come gli estrogeni, in cortisolo. L’aumento dei livelli di cortisolo stimola lo zucchero a essere rilasciato nel flusso sanguigno, aumentando l’insulina e, infine, ostacolando i tuoi sforzi per.

Secondo una ricerca della Fondazione Cesare Serono, molte donne confondono i sintomi di una disfunzione tiroidea, come l’aumento di peso, con quelli della menopausa e non si controllano. «È opportuno verificare i livelli di Tsh, l’ormone che regola la tiroide, perché in menopausa, anche nelle donne sane, il cortisolo riduce l’efficienza degli ormoni tiroidei, così il metabolismo tende a rallentare. L’emicrania può peggiorare durante la menopausa, ma di solito migliora quando la menopausa è finita. Tenete un diario dei mal di testa per accertarsi che siano collegati al ciclo; Se sono troppo diffusi tanto da intaccare la vostra qualità di vita parlatene con il medico per una eventuale cura preventiva e sulle opzioni di trattamento.

Duabibe per menopausa

Menopausa, arriva il nuovo farmaco per le

Lascia un commento